Mozart: Eine Kleine Nachtmusik (partitura per orchestra scolastica)

145

La Serenata n.13 in sol maggiore K 525, nota anche col nome tedesco “Eine Kleine Nachtmusik”, o con l’appellativo di “Piccola Serenata Notturna”, fu completata da Mozart nel 1787, ma pubblicata postuma. La serenata, ai tempi, indicava genericamente un’opera cameristica destinata all’intrattenimento leggero, e veniva sovente utilizzata nel corso di occasioni mondane. Le serenate nei parchi e nei giardini di Vienna, ad esempio, erano una piacevole consuetudine.

La destinazione della Serenata K 525 spiega in parte la vivacità, la serenità, la gioia, e la leggerezza della partitura (originariamente scritta per due violini, viola, violoncello e contrabbasso). Il resto lo spiega la straordinaria vena musicale di Mozart, che in questo brano dà vita ad una serie di temi indimenticabili, che si snodano rapidi nel corso dell’Allegro, della Romanza, del Minuetto, e del Rondò. I minuetti avrebbero dovuto essere due, ma uno purtroppo è andato perduto.

biografia di mozart

EINE KLEINE NACHTMUSIK (Piccola Serenata Notturna)
Serenata n.13 in Sol Maggiore K 525, di Mozart
Partitura gratis per orchestra scolastica

mozart - eine kleine nachtmusik | partitura gratis

Compositore: Wolfang Amadeus Mozart
Arrangiatore: Egidio Collini
Organico: Clarinetto, Chitarra, Flauto, Oboe, Pianoforte, Percussioni, Tromba, Trombone, Violino, Violoncello
Genere: Musica Classica
Difficoltà: Intermedia

In questo arrangiamento di Egidio Collini per orchestra di Scuola Media ad Indirizzo Musicale, Della Eine Kleine Nachtmusik di Mozart viene preso in considerazione solo l’Allegro, il movimento forse più rappresentativo della composizione. Dai cinque archi originali si passa ad un organico molto largo, formato da Clarinetto, Chitarra, Flauto, Oboe, Pianoforte, Percussioni, Tromba, Trombone, Violino, Violoncello.

Alla normale enunciazione di temi ed armonie della Piccola Serenata Notturna, si aggiungono quindi nuove linee, nuovi inserti, nuove idee, affidate a strumenti via via differenti. La prima, ad esempio, compare già a battuta 5 della partitura, con il ritmo puntato di trombe e tromboni. La seconda subito dopo, al clarinetto 1: quelle che sembravano semplici minime destinate a rinfoltire armonie, si trasformano a ben vedere in un piccolo controcanto.

In altri momenti l’arrangiamento della Eine Kleine Nachtmusik preferisce concentrarsi sulla distribuzione timbrica degli strumenti a disposizione, nei vari episodi dell’Allegro (ora affidati al pieno orchestrale, ora a determinate sezioni dell’orchestra, o all’esclusione improvvisa di altre). La partitura della Piccola Serenata Notturna di Mozart risulta così ricca di momenti diversi, e al contempo omogenea.

Questo spartito è disponibile, oltre che in pdf, anche nei formati:

XML  SIB  MUS  MSCZ

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here