La Storia Infinita (partitura per orchestra scolastica)

9566

Ammettiamolo pure: chi tra quelli che stanno leggendo, dopo aver visto da bambino La Storia Infinita, non ha desiderato almeno per un attimo disarcionare Bastian e farsi un giro in groppa al FortunaDrago, o avere per amico il principe Atreyu, o scoprire Fantàsia in qualche libro della libreria di papà? E chi il giorno dopo, a scuola, non canticchiava quella canzone che ritornava nei momenti più belli del film? Quella canzone porta il titolo del film: in inglese, l’originale, The Neverending Story.

La partitura fu scritta a quattro mani da Giorgio Moroder (compositore di alcune delle più belle colonne sonore da film degli ultimi 30 anni) e Keith Forsey (per il testo). Le note di quella colonna sonora ebbero talmente tanta presa sul pubblico da portare alla ribalta un cantante semisconosciuto come Limahl, ex dei Kajagoogoo. Le ragioni del successo: una melodia orecchiabile, e la serenità che traspare anche nelle sezioni più drammatiche.

Moroder, Giorgio - biografia breve

LA STORIA INFINITA
dalla colonna sonora dell’omonimo film
Partitura gratis per Orchestra Scolastica

La Storia Infinita | Partitura gratis per orchestra scolastica

Compositore: Giorgio Moroder
Arrangiatore: Barbara Lini
Organico: Flauto, Pianoforte, Chitarra, Violino, Percussioni, Violoncello, Contrabbasso, Clarinetto, Arpa
Genere: Colonne Sonore
Difficoltà: Intermedia

L’arrangiamento della canzone di punta tratta dalla colonna sonora di La Storia Infinita, The Neverending Story, si rivolge a Scuole Medie ad Indirizzo Musicale dotate di un ampio organico: flauto, clarinetto, chitarra, pianoforte, violoncello, contrabbasso, violino, arpa. Adattabile anche ad organici diversi, grazie ai files modificabili messi a disposizione da Barbara Lini, o grazie all’utilizzo di tastiere elettroniche (in caso si abbiano a disposizione solo 4 strumenti).

Ognuno degli strumenti musicali impiegati ha una funzione precisa all’interno della partitura: la melodia è costantemente eseguita dal piano elettrico, con flauto, clarinetto, e violino che s’alternano nel raddoppiarlo, interagendo in maniera sempre differente a seconda dei temi e delle sezioni dell’arrangiamento; arpa, chitarra e pianoforte vivono un arpeggio costante da capo a fine.

Gli strumenti a percussione (triangolo, rullante, maracas e batteria) conferiscono alle note de La Storia Infinita quei tocchi di colore e stile, che, anche in questo caso, combinandosi in maniera sempre diversa, conferiscono al brano la giusta varietà. Il violoncello ed il contrabbasso si occupano dei registri più gravi, con bassi e valori larghi.

La partitura ha uno schema piuttosto regolare. Tre temi, a, b, e c, si susseguono ognuno con combinazioni timbriche diverse. Il passaggio del terzo tema in mi b segna la novità centrale, con un quarto tema in sol che fa da intermezzo all’intero arrangiamento. Dopo l’esposizione di questo quarto tema, infatti, ritornano in do i tre più famosi, con nuovi impasti sonori.

Questo spartito non è più disponibile per motivi di copyright

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here