A Mozart Reincarnated, di Morricone (spartito per flauto e percussioni)

7392

Nel 1998 Tornatore sfornò uno dei suoi maggiori successi cinematografici: La Leggenda del Pianista sull’Oceano, tratto da un monologo teatrale di Baricco. La musica era elemento fondante di questa pellicola, pertanto occorreva una colonna sonora d’eccezione. Il Maestro Ennio Morricone dava ampie garanzie in questo senso. Dopo un anno di lavoro, il risultato fu una colonna sonora di ben 30 pezzi, molti dei quali permeati dell’atmosfera jazzistica di inizio 1900. Tra questi il piccolo gioiello di cui vorremmo condividere la nostra rivisitazione: A Mozart Reincarnated.

La versione originale del brano è esclusivamente pianistica. Si ispira probabilmente ad una piccola cellula tematica tratta dal primo movimento della Sonata K 331 di Mozart (la stessa che ha nel terzo movimento la famosa Marcia Turca, di cui vi abbiamo proposto tempo fa una versione per pianoforte a 6 mani). Ma dopo l’iniziale accenno lo spartito abbandona immediatamente l’originale mozartiano per addentrarsi in uno stile che conserva l’eleganza e la purezza del compositore salisburghese, arricchendolo progressivamente di una modernità che trova libero sfogo solo poco prima del finale.

ennio morricone - breve biografia

A MOZART REINCARNATED, (da La Leggenda del Pianista sull’Oceano)
Spartito gratis per Flauto, Glockenspiel, e Vibrafono

Compositore: Ennio Morricone
Arrangiatore: Fabrizio Bartolini
Organico: Flauto, Percussioni (Glockenspiel, Vibrafono)
Genere: Colonna Sonora
Difficoltà: Facile

A Mozart Reincarnated - Spartito Gratis per flauto e percussioni

L’arrangiamento proposto da Fabrizio Bartolini per allievi di Scuola Media ad Indirizzo Musicale riproduce fedelmente le note di A Mozart Reincarnated, pur se con un organico totalmente reinventato, costituito da Flauto, Glockenspiel e Vibrafono. La scelta degli strumenti a percussione è studiata per rendere al meglio la delicatezza del brano, attraverso la sonorità cristallina del Glockenspiel, la soffusa emissione sonora del vibrafono, unite alle potenzialità espressive del flauto.

Il tema è costantemente nelle mani del Flauto, cui si aggiunge il Glockenspiel nelle parti dello spartito in cui è previsto un andamento per terze. I momenti più divaganti del brano, nei quali la melodia sembra momentaneamente liberarsi dall’andamento generale della partitura (per brevi tratti inizialmente, ed in maniera più decisa poco prima del finale), sono eseguiti esclusivamente dal Flauto, anche se costante è l’accompagnamento in sottofondo di un vibrafono che si mantiene discreto, nonostante il variare della linea del basso.

Questo pdf non è più disponibile perchè il brano è coperto da copyright

Articolo precedenteForrest Gump (spartito per violino e pianoforte a 4 mani)
Articolo successivoNella Vecchia Fattoria (partitura per orchestra scolastica)
Fabrizio Bartolini, si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone nel 2009, sotto la guida del M° Antonio Caggiano. Successivamente perfeziona lo studio seguendo Master Class di percussionisti solisti e timpanisti di fama Internazionale. Collabora con le seguenti Orchestre ed Ensemble: Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Berliner Symphoniker, Orchestra Sinfonica di Roma, Solisti Aquilani, Orchestra Italiana del Cinema, Orchestra Internazionale d’Italia, Ars Ludi, Parco della Musica Contemporanea Ensemble,Incontro Internazionale di Cornisti “Guelfo Nalli”, The ICA brothers band e The Cescko’s Drum Circle, dove ha anche registrato come percussionista, timpanista e batterista per varie etichette discografiche. Ha collezionato diverse idoneità presso Bande militari come Esercito e Polizia, diverse presso enti pubblici e privati. Ha avuto occasione di girare il mondo suonando nelle più importanti Sale da Concerto: Vienna Musikverein, Berlino Philarmonie, Oriental Art Academy di Shangai, National Grand Theatre di Pechino, Parco Della Musica e Auditorium Conciliazione di Roma, Teatro dell’Opera di Roma, Mozarteum di Salisburgo, Auditorium Toscanini e Lingotto di Torino, Teatro dell’Opera di Cracovia, Teatro dell’Opera di Ekaterimburg (R), Sala Palatului di Bucarest (R), Terme di Caracalla sotto la guida di Maestri quali Ennio Morricone, Nicola Piovani, Karl Martin, Juraj Valchua, Francesco La Vecchia, William Eddins, Sir Andrew Davis, Lior Shambadal, James Colon e Fabio Agostini. Vincitore di diverse borse di studio nel 2009, 2010. In ambito bandistico, risulta vincitore di vari Concorsi Nazionali e Internazionali con l’Orchestra di Fiati “Unione Musicale Ciociara”, Banda Musicale “Città di Villa S. Stefano” e l’Orchestra di Fiati “Città di Ferentino”, tra cui si ricorda il I° Premio nella Seconda Divisione al WMC di Kerkrade (H), con 96.17 punti. Ha collaborato con diversi artisti del panorama della musica jazz, lirica, leggera e pop come David Brutti, Antonella Ruggero, Kevin Costner, Andrea Bocelli, José Carreras, Andrea Griminelli, Gabriele Mirabassi, Silvia Mezzanotte e tanti altri. Laureato nel 2014 e abitilitato nel 2015 TFA in “Didattica della musica ad indirizzo strumentale” A077, è iscritto al secondo anno del Biennio di specializzazione in Strumenti a Percussione percorso “Orchestrale” presso il Conservatorio di musica “Licinio Refice” di Frosinone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here