Nell’Antro del Re della Montagna (partitura per orchestra scolastica)

2025

Nell’Antro del Re della Montagna (In the Hall of the Mountain King) fa parte della suite sinfonica op. 46, le cui musiche furono inizialmente concepite da Grieg come musica di scena per il Peer Gynt, poema drammatico in cinque atti di Ibsen. Ben presto le note di Grieg cominciarono a vivere di vita propria grazie all’incredibile tributo che il pubblico riservava loro. Il successo di queste musiche spinse Grieg a scrivere una riduzione per pianoforte a 4 mani, ancora oggi molto eseguita.

Il tema del brano Nell’Antro del Re della Montagna comincia lento e silenzioso nei registri più bassi dell’orchestra, affidato a violoncelli, contrabbassi e fagotti. Viene poi riesposto a distanza di una quinta giusta, leggermente modificato da note ascendenti e nella compagine strumentale impiegata. Il resto della partitura consiste in una vorticosa intensificazione degli elementi musicali di sostegno al tema, che nel finale coinvolge anche le pulsazioni ritmiche, in un accelerando che, dopo pause e accordi interlocutori, esplode con un urlo in si minore.

NELL’ANTRO DEL RE DELLA MONTAGNA
(In the Hall of the Mountain King)
dal Peer Gynt di Edvard Grieg
Partitura gratis per Orchestra Scolastica

Nell'Antro del Re della Montagna | Partitura gratis per Orchestra Scolastica

Compositore: Edvard Grieg
Arrangiatore: Giancarlo Nunziati
Organico: Flauto, Clarinetto, Chitarra, Pianoforte
Genere: Musica Classica
Difficoltà: Abbastanza Facile

Nell’Antro del Re della Montagna (In the Hall of the Mountain King), versione Nunziati, comincia con un duetto tra pianoforti, che intonano l’uno il tema, l’altro l’accompagnamento. L’immediata replica dello schema avviene ad opera di un’altro duetto, tra clarinetto e pianoforte 1, dei quali il primo esegue il tema, il secondo stavolta l’accompagnamento. Stessa combinazione, stesse compagini, per il tema in re, così come per il ritorno al sol minore.

La caratteristica più evidente della partitura originale è l’accrescimento progressivo del volume sonoro sprigionato dal brano. Così sarà anche in questo arrangiamento. La doppia esposizione tematica prima nella tonalità di base, poi in re, poi ancora in sol, prevederà questa volta il tema costantemente nelle mani di flauto e chitarra, l’accompagnamento con uno o due pianoforti, e la seconda linea di accompagnamento, quella delle acciaccature, affidata al clarinetto.

Nella terza esposizione dello schema, In the Hall of the Mountain King (Nell’Antro del Re della Montagna) raggiunge la maggior massa sonora della partitura. Per il tema vengono costantemente impiegati flauti, chitarre e clarinetti, mentre mano destra e sinistra del pianoforte 1 e 2 eseguono l’accompagnamento classico in accordi e ottave, la linea delle acciaccature, e il nuovo ostinato di quattro crome discendenti.

Il finale dello spartito consiste in quei famosissimi strappi, isolati dal silenzio, che preludono, dopo l’ultima raffica, all’ultimo accordo. Un arrangiamento semplice ed efficace del brano più famoso del Peer Gynt di Edvard Grieg. Un Antro del Re della Montagna nel quale ogni strumento ha la possibilità di mettersi in mostra almeno una volta attraverso l’esposizione del tema.

Questo spartito è disponibile, oltre che in pdf, anche nei formati:

XML  SIB  MUS  MSCZ

Rispondi