Pinocchio (partitura per orchestra scolastica)

2823

Pinocchio è il protagonista di un libro di Collodi: Le Avventure di Pinocchio – Storia di un Burattino. La fortuna che il personaggio troverà in ambito cinematografico, teatrale, e televisivo darà luogo ad una miriade di versioni ed interpretazioni della storia di Collodi, alcune più famose, altre meno note. Non può essere un caso che delle più conosciute (quelle di Disney, di Comencini, e di Benigni) le colonne sonore (rispettivamente opera di autori vari, di Fiorenzo Carpi, e di Nicola Piovani) restino particolarmente impresse.

Il racconto di Collodi prevede che il burattino Pinocchio attraversi una lunga serie di avventure, prima di diventare buono ed ottenere in cambio di poter essere un bambino in carne e ossa. Nel corso di queste avventure incontra personaggi di ogni tipo, che moltiplicano di fatto contesti e situazioni la cui resa musicale si traduce in partiture diversissime tra loro. Le colonne sonore dei vari Pinocchio, si configurano quindi come un potpourri di piccole gemme.

breve biografia di Nicola Piovani

LA CANZONE DI PINOCCHIO
dalla colonna sonora del film: Pinocchio
Partitura Gratis per Orchestra Scolastica

Pinocchio di Nicola Piovani | Partitura gratis per Orchestra Scolastica

Compositore: Nicola Piovani
Arrangiatore: Luciano Pasquero
Organico: Ottavino, Flauto, Oboe, Clarinetto, Tromba, Percussioni, Tamburello Basco, Mandolino, Chitarra, Basso, Pianoforte, Fisarmonica, Violino, Violoncello
Genere: Colonne Sonore
Difficoltà: Intermedia

La Canzone di Pinocchio, come il titolo fa supporre, contiene i tratti caratterizzanti del personaggio, così come l’hanno immaginato Benigni, Cerami, e Piovani. Un personaggio danzante, che ha nella fisicità di Benigni la più concreta realizzazione, e nel tema musicale di Piovani la più musicale. Due temi: il primo giocoso e saltellante, il secondo più drammatico, frutto dell’attrito tra i desideri di Pinocchio e la cruda realtà.

L’arrangiamento di Luciano Pasquero rispecchia queste due caratteristiche, grazie all’utilizzo mirato degli strumenti a disposizione. Chitarre e pianoforte si occupano dell’introduzione, dal carattere esclusivamente ritmico e accordale. Quando, dopo quattro battute, subentra in partitura il primo tema, l’accompagnamento di chitarre e pianoforte prosegue sulla scia dell’introduzione.

Ad eseguire le prime otto battute del tema ci pensano flauto, violino, e mandolino. Una scala discendente introduce le seconde otto battute del tema di Pinocchio, che si avvale melodicamente di più strumenti musicali (ottavino, oboe, e clarinetto). Sugli stessi elementi ritmici della conclusione del primo tema, si innesta il secondo. Ma la sua caratteristica principale sono le continue appoggiature melodiche.

Ed è proprio al principio di queste che la fisarmonica fa il suo esordio in partitura. Il tratto nostalgico della nuova sonorità, unitamente all’approdo momentaneo in la minore, introducono in partitura un’atmosfera del tutto diversa. Il ritorno al primo tema avviene nel giro di due sole battute: come volendo destarsi dal torpore con un cambio improvviso di registro, gli strumenti incaricati riprendono il piglio iniziale ed intonano il primo tema. Lo schema si ripeterà ancora una volta, prima di concludersi con la terza riproposizione del tema sbarazzino della Canzone di Pinocchio.

Questo spartito è disponibile, oltre che in pdf, anche nei formati:

XML  SIB  MUS  MSCZ

Rispondi