Va Pensiero, di Giuseppe Verdi (partitura per coro e orchestra)

1130

Quando Giuseppe Verdi lavorava al Nabucco, gli erano da poco morti due figli (entrambi all’età di un anno), e la giovanissima moglie. Ma Verdi volle tener fede agli impegni presi con La Scala, e scrisse quanto gli era stato commissionato. Aprì il libretto, e le parole “Va’ pensiero” gli sembrarono scritte per il canto, perchè così le figurò la sua mente. Nasceva il coro più famoso del Nabucco, ed uno dei più famosi dell’intera storia della lirica.

La partitura è in fa diesis. Dopo un esordio dalle sonorità quasi impercettibili, l’orchestra squarcia la quiete con tre accordi violenti, dai quali si staglia un piccolo canto di flauto e clarinetto, che rasserena e anticipa di fatto quei luoghi di cui parleranno i primi versi del va pensiero. Da qui in poi, il coro degli ebrei, che ripensano nostalgicamente alla loro patria, accompagnati dalle sestine costanti dell’orchestra.

Verdi, Giuseppe - biografia breve

Va’ Pensiero
dal Nabucco di Giuseppe Verdi
Partitura gratis per coro e orchestra scolastica

Va Pensiero | Partitura gratis per coro e orchestra scolastica

Compositore: Giuseppe Verdi
Arrangiatore: Fabio Rizza
Organico: Flauto, Percussioni, Chitarra, Pianoforte, Coro
Genere: Musica Classica
Difficoltà: Abbastanza elevata

La versione di Va Pensiero che stiamo per proporvi è stata realizzata da Fabio Rizza per orchestra di Scuola Media ad Indirizzo Musicale SMIM, ed inviata successivamente al concorso Farmusica. Si tratta di una riscrittura del Va Pensiero per organico ridotto, che comprende flauti (molte le linee previste per loro), percussioni (glockenspiel, vibrafono, xilofono, timpani, grancassa), chitarre (con basso), e pianoforti (comprese tastiere con effetti di archi).

L’effetto finale è credibilissimo. Nonostante le trasformazioni che livello e strumenti in organico impongono rispetto all’originale, ne risulta un Va Pensiero del tutto simile alla versione reale. La melodia, certo, intoccabile. Ma accompagnamenti, ritmi, l’interpretazione larga del 4/4, nessuno degli elementi presenti nella partitura di Verdi manca all’appello in questa vera e propria trascrizione per ragazzi di Scuola di I Grado.

Scarica il Pdf

Questo spartito è disponibile, oltre che in pdf, anche nei formati: xml sib mus mscz

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here