Bartok: Danze Popolari Rumene (partitura per orchestra scolastica)

bartok: danze popolari rumene | partitura gratis per orchestra scolastica

Le Danze Popolari Rumene sono una suite di sei brevi brani per pianoforte composti da Béla Bartók nel 1915. Due anni dopo vennero arrangiate dallo stesso Bartok per piccola orchestra. Sono basate su temi rumeni della Transilvania, originariamente suonati sul violino o flauto di pastore. Oggi sono disponibili nell’edizione del 1971, con l’indicazione delle tonalità. L’esecuzione dell’intera serie di danze (stando a quanto prescrive il compositore) dovrebbe richiedere quattro minuti e tre secondi, ma la maggior parte dei pianisti professionisti impiega fino a cinque minuti. I titoli:

  1. Bot tánc / Jocul cu bâtă (Stick Dance)
  2. Brâul (Sash Dance)
  3. Topogó / Pe loc (In One Spot)
  4. Bucsumí tánc / Buciumeana (Dance from Bucsum)
  5. Román polka / Poarga Românească (Romanian Polka)
  6. Aprózó / Mărunțel (Fast Dance)

La melodia del primo movimento, secondo Bartók, proveniva dal villaggio Mezőszabad (l’attuale Voiniceni) in Transilvania: la ascoltò per la prima volta da due violinisti del posto. Il secondo movimento è una danza tipica della Romania chiamata Brâul, proveniente da Egres (l’attuale Igriș). La terza danza proviene anch’essa da Egres (Igriș), ma il suo tema è molto più cupo. La quarta danza proveniva da Bucsony (oggi Bucium). La quinta danza è una vecchia danza rumena simile alla Polka e proviene da Belényes (l’attuale Beiuş). La sesta e ultima danza della partitura è formata da due diverse melodie: la prima proviene da Belényes (l’attuale Beiuș) e la seconda dall’allora noto villaggio di Nyagra (l’attuale Neagra).

DANZE POPOLARI RUMENE, di Bela Bartok
Partitura gratis per orchestra scolastica

Compositore: Bela Bartok
Arrangiatore: Salvatore Rizzu
Organico: Arpa, Flauto, Corno, Pianoforte, Violino, Percussioni
Genere: Musica Classica

Nell’arrangiamento che stiamo per proporvi, scritto da Salvatore Rizzu per orchestra di scuola media ad indirizzo musicale, delle danze popolari rumene viene presa in considerazione la seconda: Braul (Sash Dance). Nell’interpretazione pianistica che Bartok lasciò ai posteri, Sash Dance è una danza di pochi secondi, rapida, elastica, con dei punti di riposo su cui gli staccati serrati s’adagiano lentamente. Lo staccato scelto in questa versione orchestrale è inizialmente quello dell’arpa.

La partitura darà poi modo anche al pianoforte, prima, al violino poi, ed infine al flauto, di cimentarsi con la conduzione melodica del piccolo tema, ripetuto quindi più volte rispetto all’originale. L’accompagnamento rende bene sia l’idea saltellante di danza che è alla base della composizione, sia la traduzione in musica che ne dà Bartok. Il contributo del Tam Tam e delle due linee di corno in fa aggiunge un tono più scuro alla composizione, creando quindi un piccolo contraltare sonoro alla sospensione aerea degli staccati danzanti.

bartok: danze popolari rumene | partitura gratis per orchestra scolastica

O richiedi il formato Mus, Sib, Mscz, Xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *