Mozart: Danze Contadine K606 (spartito per quartetto di flauti)

danza contadina di mozart | spartito gratis per 4 flauti

Mozart compose le 6 danze K606 a Vienna nel 1791, l’ultimo anno della sua vita. Le chiamò Ländlerische Tänze (Danze Contadine), tutte in si bemolle maggiore. Sono note anche come German Dances, di cui Mozart lasciò diverse raccolte. L’organico riportato nella prima edizione dell’Artaria è costituito da due violini e un basso, ma molto probabilmente è andata perduta l’intera sezione degli archi.

La seconda, terza, quarta, e quinta danza presentano una struttura molto semplice, costituita da due periodi di otto battute, entrambi segnati da ritornello. Si tratta quindi di brani brevissimi. Numeri leggermente più lunghi per la prima e la sesta. La danza n.1 comincia con una piccola introduzione accordale di 4 battute, ma prosegue con lo schema delle altre 4 danze. E a completare lo spartito, la danza n.6 è un classico ABA, con periodi stabili in 8 battute.

DANZE CONTADINE K606, di Mozart
Spartito gratis per quartetto di flauti

Compositore: Wolfang Amadeus Mozart
Arrangiatore: Cecilia Lopriore
Organico: 4 Flauti
Genere: Musica Classica

L’arrangiamento per quartetto di flauti offerto da Cecilia Lopriore delle Danze Contadine k606 è in realtà un compendio di alcuni temi presenti nella raccolta di Mozart. In particolare comincia con la danza n.5, esponendo il tema completo di 8 battute con il flauto 1, sostenendolo con una linea fresca del flauto 2 e un accompagnamento in semi-valzer degli altri due flauti.

Da battuta 9 dello spartito comincia il secondo periodo della danza n.4, nella quale viene replicato lo schema delle funzioni precedenti: tema al flauto 1, accompagnamento vivace al flauto 2, e accompagnamento di valzer per gli altri due flauti. Torniamo poi al secondo periodo della danza n.5, poco prima di andare a concludere col ritorno al secondo periodo della danza n.4.

danza contadina di mozart | spartito gratis per 4 flauti

O richiedi il formato Mus, Sib, Mscz, Xml

biografia di mozart

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *