Katyusha (partitura per orchestra scolastica)

Katyusha - partitura gratis per orchestra scolastica

Immaginate la Seconda Guerra Mondiale, le radio accese, la musica di regime sempre in onda, le famiglie nell’attesa di ricevere notizie dei propri cari impegnati al fronte. Probabilmente cominceranno a risuonare nella vostra mente vecchie canzoni cantate dai nonni, e tra queste non potrà mancare Fischia il Vento, canto partigiano adattato dall’originale russo Katyusha, fonte di ispirazione per lo spartito di oggi.

Katyusha è entrata così a fondo nell’immaginario collettivo come canzone popolare, che si ritiene erroneamente una di quelle melodie russe senza tempo. Ed invece Katyusha ha un autore. Si tratta di Matvei Blanter, compositore di inizio ‘900, che realizzò questa partitura nel 1938. Il testo narra di Katyusha (Caterina), una giovane ragazza che sulla cima di un’altura, canta le lodi del suo ragazzo impegnato a difendere la patria al fronte.

KATYUSHA
Casatchok
Partitura gratis per Orchestra Scolastica

Compositore: Matvei Blanter
Arrangiatore: Salvatore Santangelo
Organico: ChitarraClarinettoFlautoPianoforteViolino, Violoncello
Genere: Canzone
Difficoltà: Intermedia

Questa partitura per orchestra di Scuola Media ad Indirizzo Musicale è opera del maestro Salvatore Santangelo, il quale, dopo una breve introduzione di quattro battute, fa esordire il celebre tema di Katyusha affidandolo alle chitarre. La rievocazione dell’orchestra di mille balalaike citata in Casatchok, il ballo della steppa (una delle numerose versioni con cui Katyusha è stata ripresa negli anni e nelle nazioni), è immediata.

La seconda esposizione del tema musicale è affidata ai violini primi, occasionalmente raddoppiati dalle chitarre, dai violini terzi, e dai flauti. L’effetto è quello di una risposta corale alla interrogazione del solista. Gli altri strumenti musicali continuano ad eseguire alternativamente battere e levare, intonando un accompagnamento costantemente incalzante, al quale si aggiungono nella partitura nuovi disegni ascensionali dai valori lunghi. Il pieno orchestrale è sempre sfiorato, ma mai raggiunto.

L’ultima parte dell’arrangiamento di Katyusha trasferisce il tema in re minore, con una rapida modulazione di due sole battute, in cui si susseguono le due dominanti. Il fascino della sorpresa non è il solo ad accompagnare la scalata del tema verso registri più acuti. Arriva infatti il sospirato pieno orchestrale, per l’occasione, che dona ulteriore intensità allo spartito, prima che una coda di quattro battute non concluda la composizione così com’era cominciata.

Katyusha - partitura gratis per orchestra scolastica

O richiedi il formato Mus, Sib, Mscz, Xml

Matvey Blanter - biografia breve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *