Vai al contenuto

Skyfall (partitura per orchestra scolastica)

    Quando Adele, nel 2011, parlò in una intervista di un progetto particolare che era stata chiamata a realizzare, tutto il mondo discografico capì che avrebbe cantato lei colonna sonora di una delle saghe più famose al mondo: 007, ovvero, James Bond. Le indiscrezioni cominciarono a confermare i sospetti, finchè, passato un anno, l’annuncio fu ufficiale: Adele avrebbe interpretato la colonna sonora di Skyfall, il 23° episodio di 007.

    La partitura fu realizzata grazie alla collaborazione tra Adele (autrice), Paul Epworth (coautore e produttore), e J.A.C. Redford (che curò l’orchestrazione). Ne nacque una canzone che non pochi critici considerarono tra le migliori della serie. Il successo presso il pubblico è invece tutto in un dato: nel giro di 12 ore dalla sua pubblicazione, Skyfall era prima nella classifica dell’iTunes Store, avendo di fatto destituito dal trono Gangnam Style.

    SKYFALL, di Adele, dalla colonna sonora dell’omonimo film
    Partitura per orchestra scolastica n.1

    Compositore: Adele
    Arrangiatore: Francesco Carlino
    Organico: Coro, Clarinetto, Sassofono, Chitarra, Pianoforte, Violoncello, Percussioni
    Genere: Colonna Sonora, Canzone

    Skyfall, nella versione per voce, coro e orchestra di scuola media ad indirizzo musicale elaborata dal maestro Francesco Carlino, inizia, esattamente come l’originale di Adele, rarefatta: un pianoforte, una linea di basso, e la melodia del canto.

    La stessa melodia, una volta conclusa la strofa, riprende con un accompagnamento più ricco: intervengono la batteria, la chitarra elettrica, e i clarinetti. Il ritornello introduce molte novità in partitura: l’ingresso del sassofono, a raddoppiare il tema, una batteria più protagonista, gli accordi spezzati del pianoforte che intensificano il ritmo.

    Segue una sezione in cui vengono ripetute strofa e ritornello, con variazioni inedite tali da stravolgere quasi interamente quanto era avvenuto nella prima proposizione di entrambi. Da registrare, nel secondo ritornello, l’ingresso del coro, rinforzato da tutti i clarinetti. Un collegamento originale dell’arrangiatore, una nuova veste per il ritornello, ed il finale in rarefazione, portano la canzone al suo epilogo.

    Skyfall | partitura per orchestra scolastica

    Non è possibile distribuire gratis il pdf, causa copyright.
    Il ricavato verrà quindi devoluto in beneficenza,
    a sostegno di Medici Senza Frontiere.

    L’articolo continua con un altro arrangiamento dello stesso brano

    Skyfall, di Adele, dalla colonna sonora dell’omonimo film
    Partitura per orchestra scolastica n.2

    Compositore: Adele
    Arrangiatore: Marco Giuppone
    Organico: Coro, Clarinetto, Flauto, Violino, Sassofono, Chitarra, Pianoforte, Violoncello, Percussioni, Tromba, Arpa
    Genere: Colonna Sonora, Canzone

    La versione di Skyfall che ci propone il maestro Marco Giuppone fa valere senza reticenze tutta la potenza del grande organico a disposizione: flauti, violini, clarinetti, sassofoni, chitarre, basso elettrico, violoncelli, trombe, corni, tromboni, arpa, pianoforte, glockenspiel e batteria.

    Lo spartito, inizialmente scarno come nell’originale, utilizza ben presto tutti gli effettivi dell’orchestra, facendone dialogare alcuni, e integrando gli altri su minime e semiminime ribattute. Il ritornello viene annunciato da una scala ascendente dei flauti.

    La seconda strofa introduce piccoli frammenti melodici valorizzati dal decrescere di altri elementi, così come nel ritornello la novità è rappresentata da sassofoni e corni che intonano la parte originariamente del coro. Il finale è tutt’altro che sommesso, con i violini che sostengono il canto finchè l’ultimo assolo non s’adagia sul si minore dell’orchestra.

    skyfall | partitura per orchestra di scuola media ad indirizzo musicale smim

    Non è possibile distribuire gratis il pdf, causa copyright.
    Il ricavato verrà quindi devoluto in beneficenza,
    a sostegno di Medici Senza Frontiere.

    Adele, biografia breve

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    19 + uno =