Astro del Ciel (spartito per pianoforte a 4 mani)

Astro del Ciel: spartito per pianoforte a 4 mani

Genesi di un capolavoro: Astro del Ciel. 1818. Austria. Ad Oberndorf, una piccola cittadina vicino a Salisburgo, l’organo della Chiesa di San Nicola decide di dare forfait proprio in prossimità del Natale, quando tutto il repertorio di canti e musiche era stato impostato sullo strumento liturgico per eccellenza. Joseph Mohr, l’assistente parrocchiale, va a controllare di persona cosa non andasse nell’organo della chiesa, e scopre che i topi avevano rosicchiato il mantice fino a renderlo inutilizzabile. Tragedia. Urgeva sostituire l’organo con un altro strumento, e bisognava farlo quanto prima, visto che la Messa della vigilia di Natale era alle porte.

L’alternativa più pratica era la chitarra. Riguardo i canti natalizi, tra gli altri Joseph Mohr riprende un testo da lui scritto qualche anno prima, e chiede all’organista Franz Xaver Gruber di elaborare un brano basato su quel testo, per soprano, tenore, coro, e chitarra. Il diligente Franz elabora il brano e predispone lo spartito nel giro di una sola notte. Quel brano era ‘Stille Nacht’, noto anche come ‘Silent Night’, o ‘Astro del Ciel’. Nessuno quella notte avrebbe mai potuto immaginare a quale successo planetario quelle note stavano andando incontro. Ma fu proprio ciò che avvenne.

ASTRO DEL CIEL, Silent Night, Stille Nacht
Spartito gratis per Pianoforte 4 Mani

Compositore: Franz Xaver Gruber
Arrangiatore: GC
OrganicoPianoforte 4 mani
Genere: Canti Natalizi
Difficoltà: Facile

Nella versione elaborata da GC per allievi di Scuola Media ad Indirizzo Musicale, ‘Astro del Ciel’ viene arrangiato per pianoforte a 4 mani. Nella versione originale del brano la chitarra esegue un accompagnamento in ¾ formato da basso + due accordi ripetuti (un classico accompagnamento di valzer, per intenderci), mentre le voci procedono per la maggior parte del tempo a distanza di terza. Nella versione per pianoforte a 4 mani, i due pianisti non recitano il ruolo dei due cantanti, ma lo spartito prevede che melodie ed accompagnamenti vengano periodicamente spostati di registro per consentire ad entrambi i pianisti di suonare stralci tematici.

Le armonie piane dell’originale vengono modernizzate con qualche nuance jazzistica, ma non intaccano assolutamente la linearità classica dei temi. Occasionalmente compare come accompagnamento un timido richiamo alla chitarra originale di Franz Gruber, ora al basso, ora all’acuto, specie nella seconda parte del brano, quando la sonorità raggiunge il suo climax. Lo spartito, infine, va spegnendosi in una sorta di dissolvenza che lascia in chi ascolta un piccolo saluto blues.

Astro del Ciel: spartito per pianoforte a 4 mani

O richiedi il formato Mus, Sib, Mscz, Xml

Breve biografia di Franz Xaver Gruber

Non perderti lo spartito di Astro del Ciel per pianoforte solo, su Smim.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *